IN EVIDENZA

John Adams

BREVE BIOGRAFIA
John Adams nacque a Braintree, in Massachusetts, il 30 Ottobre 1735 da una famiglia di coloni inglesi benestanti.

Si laureò in giurisprudenza ad Harvard nel 1755. Per due anni fece il maestro di scuola, e poi, ottenuta l’abilitazione alla professione forense, divenne avvocato nel 1758.
Adams sviluppò fin da giovane una forte tendenza patriottica, sostenendo che le colonie avrebbero dovuto distaccarsi dalla madrepatria e diventare un nuovo Stato.
Negli anni che precedettero la Guerra d’Indipendenza, Adams, si avvicinò alla politica e pubblicò diversi saggi sui tipi di organizzazione sociale e politica delle comunità di coloni nel Nuovo Mondo.

Si sposò con Abigail Smith nel 1764 dalla quale ebbe cinque figli.

CARRIERA POLITICA
Durante la guerra, fra il 1774 e il 1775, per le sue fervente idee di autonomia, Adams fu il primo delegato del Massachusetts al primo e al secondo Congresso di Philadelphia, dove sostenne l’indipendenza e promosse l’affidamento del comando in capo a George Washington.
Partecipò, inoltre, al comitato di redazione della Dichiarazione di Indipendenza.
Fu prima inviato a Parigi in qualità di rappresentante diplomatico, dove raggiunse Benjamin Franklin, e poi nominato ambasciatore a Londra nel 1779.

Nel 1780 fu a L’Aia dove negoziò con successo il prestito olandese alle colonie americane e stipulò un trattato di amicizia e commercio.
Fra il 1782 e il 1783 ritornò a Parigi, sempre con Franklin, per trattare con la Gran Bretagna negoziando quello che poi fu l’accordo di Parigi del 1783 sul riconoscimento delle tredici colonie.
Nel 1785 tornò nuovamente nominato ambasciatore a Londra.
Ritornato negli Stati Uniti nel 1789, fu eletto Vicepresidente nell’accoppiata con Washington.

Durante gli otto anni da VP, Adams ebbe brutti rapporti sia con Washington che con Jefferson, ai tempi Segretario di Stato.

Durante l’ultimo periodo alla Vicepresidenza fu quasi completamente emarginato dal Presidente.
Con il rifiuto di Washington a candidarsi per un terzo mandato, Adams venne candidato contro Jefferson per la lotta alla presidenza.

Il sistema elettorale prevedeva che il candidato che otteneva più voti sarebbe divenuto il Presidente e il miglior perdente suo Vice.

Non a caso, Adams vinse le elezioni ma a seguirlo non ci fu Pinckney, suo candidato alla vicepresidenza, bensì lo stesso Jefferson.
I suoi anni alla guida degli Stati Uniti non furono tranquilli, visti i continui problemi sia a livello di politica estera che interna. Da un lato Adams dovette combattere con la situazione che si venne a creare in Francia dopo la caduta di Napoleone, dall’altro si trovò davanti al primo caso di giustizia costituzionale negli USA con la famosa sentenza Madison vs Marbury, oltre ai lacerati rapporti sia con il suo predecessore, il suo successore e i politici dell’epoca.
L’approvazione delle leggi autoritarie che restringevano i diritti degli stranieri e le tendenze autoritarie del presidente provocarono molta impopolarità ad Adams, determinando la sua sconfitta e quella del Partito Federalista nelle elezioni del 1800, vinte da Jefferson, che divenne il terzo Presidente degli Stati Uniti.
Negli ultimi anni di vita si dedicò all’educazione del figlio John Quincy, futuro sesto Presidente.

Adams morì il 4 Luglio 1826 a Quincy.

FRASI

1- “La libertà, se la perdi una volta, la perdi per sempre.”

2- “Grande è la colpa della guerra non necessaria.”

3- “Se non impieghiamo noi stessi al servizio del genere umano chi dovremmo servire?”

CURIOSITÀ

1- Fu il primo Presidente che alloggiò alla Casa Bianca.

2- La coppia Adams Sr. – Adams Jr. è stata la prima coppia di padre e figlio eletti alla presidenza.

3- Adams fu il primo ed unico Vicepresidente a giurare nove giorni prima rispetto al Presidente.

4- Trasferì la capitale a Washington, città creata in memoria del suo predecessore.

Informazioni su salvatorestanizzi ()
Laureando in Giurisprudenza. Vivo la mia vita una pagina alla volta, senza fretta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: