IN EVIDENZA

Iran, Turchia, Obamacare, terza guerra mondiale: la settimana americana in pillole

Settimana piuttosto accesa quella negli Stati Uniti, pregna di eventi sia in materia estera che negli interni. Il Partito Democratico si è risvegliato dal torpore delle scorse settimane, mentre il Partito Repubblicano si è scoperto piuttosto critico nei confronti del Presidente.

La terza guerra mondiale di Corker

La settimana è cominciata con il Senatore repubblicano Bob Corker, Presidente della Commissione Affari Esteri del Senato, che ha giudicato la Casa Bianca un asilo per adulti e che Trump porterà il mondo sul baratro della terza guerra mondiale.

La nuova Iran Strategy di Trump

Venerdì il Presidente USA Donald Trump ha annunciato e delineato la nuova strategia della sua Amministrazione nei confronti dell’Iran, basata su nuove sanzioni e su un approccio che rischia di causare il collasso dell’accordo nucleare con l’Iran.

La sospensione dei visti dalla Turchia

Che i rapporti tra USA e Turchia non siano dei più cordiali è noto da tempo, ma questa settimana si è aggiunto un altro tassello alla tensione tra i due Paesi.
Il Governo di Washington, per motivi di sicurezza, ha infatti sospeso le richieste dei visti provenienti dalla Turchia e i servizi diplomatici delle Ambasciate e dei Consolati.
Erdogan, qualche giorno dopo, ha accusato gli americani di finanziare in chiave anti-turca il movimento YPG.

L’accordo sull’immigrazione rischia di saltare

Lo scorso mese il mondo politico aveva risposto con stupore alla notizia che il Partito Democratico avesse stretto un accordo con il Presidente Trump sul tema dell’immigrazione.
Ma l’accordo è ora a rischio, e a sentire Schumer e Pelosi la colpa sarebbe in capo all’Amministrazione. I due leader democratici hanno, infatti, affermato che nelle linee guida emesse dal Governo, siano stati inseriti punti che non erano stati previsti e che ritengono essere “oltraggiosi”.
Un altro fronte di battaglia per Trump?

Il Dipartimento di Giustizia e la questione transgender

Il Dipartimento di Giustizia ha deciso di rivedere le politiche in merito alla discriminazione dei transgender perché violerebbero quanto deciso dal Congresso nel 1964 poiché non prevede la lotta alla discriminazione basata sull’identità di genere.

La guerra di Bannon

A FOX News arriva la dichiarazione di guerra di Bannon al Partito Repubblicano. L’ex capo stratega del Presidente ha invitato gli attivisti del GOP a sfidare tutti i senatori repubblicani che andranno al voto alle prossime midterm, con la sola eccezione del Texano Cruz.

Decuplicare l’arsenale nucleare

Secondo quanto si apprende da un’indiscrezione della NBC, il Presidente avrebbe espresso il desiderio di decuplicare l’arsenale nucleare degli USA, portandolo dalle 4mila testate odierne a 32mila, come negli anni ’60.
La notizia è stata smentita dallo stesso Trump via Twitter.

UNESCO, addio

Il finanziamento all’agenzia delle Nazioni Unite era terminato già dal 2011, ma gli USA avevano mantenuto la propria sede a Parigi.
Ma adesso gli USA si tirano indietro del tutto, a causa delle posizione eccessivamente anti-israeliane.

Il taglio all’Obamacare

Dato che il Congresso non riesce ad abrogarlala legge-eredità di Obama, Trump ha deciso di agire nei modi in cui può: firmando un ordine esecutivo che bloccherà il finanziamento federale per la riduzione (e condivisione) dei costi degli assicurati.
Questo farà sì che 1 milione di americani perderanno la copertura, che per gli assicurati i premi aumenteranno del 20% e che il deficit federale aumenterà di 196 miliardi da qui al 2026.

“Sono io la first lady”, “no, io!”

Concludiamo questa rassegna con i giri di valzer di un famoso programma televisivo. Lunedì, Ivana Trump (la prima moglie del Presidente) ha dichiarato di essere lei la First Lady. E Melania… non l’ha presa proprio benissimo.

 

 

 

Informazioni su diegocanaletti ()
Diego, classe '94, studente di Economia presso l'Università Bicocca di Milano. Sono sempre stato un appassionato degli Stati Uniti, ma l'interesse per la loro politica è nato quando ho scoperto House Of Cards. Nel tempo libero mi dedico ai videogiochi, al cinema e alla lettura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: